Colletta Alimentare 2019, la Sicilia si conferma tra le più generose

116

Risultato molto positivo per la 23° Colletta Alimentare svoltasi in quasi 13.000 supermercati di tutta Italia e più di 1.100 nella nostra Isola. “Il grande cuore dei siciliani si conferma pronto alla generosità a dispetto della crisi“, commenta così Pietro Maugeri, presidente del Banco Alimentare della Sicilia Onlus.

Secondo i dati quest’anno sono state raccolte più di 447 tonnellate di cibo registrando, in Sicilia, un incremento del +0,3% rispetto al 2018. Tra l’altro in alcune province, come Catania e Palermo, le percentuali sono più alte, forse per la presenza di nuove catene nella grande distribuzione.

Per la #Colletta19 in tutta la Sicilia sono stati raccolti 894.258 pasti, che verranno distribuiti ai più poveri tramite le strutture caritative convenzionate con i due Banchi della Sicilia. Il Banco Alimentare in Sicilia, tramite tali strutture aiuterà 226.780 persone, di questi 42.138 sono bambini da 0 a 15 anni, 172.569 persone da 15 a 65 anni e 12.073 è il numero degli assistiti sopra i 65 anni.

Nello specifico, tra le città siciliane spiccano Catania con 199.482 pasti, Palermo 192 mila, Messina con più di 113 mila pasti e Trapani con 111.042. Se questi sono i dati in Sicilia, è bene sottolineare che in generale, in tutta Italia, sono state raccolte 8.100 tonnellate di cibo, sostanzialmente in linea con i risultati consolidati negli ultimi anni.

“Anche quest’anno abbiamo avuto la riprova che si può vivere un gesto di solidarietà in qualunque condizione ci si trovi; non c’è situazione che possa mortificare il nostro desiderio di bene”, è questa la dichiarazione di Giovanni Bruno, Presidente della Fondazione Banco Alimentare.