blank
Punto nascita di Sant'Agata di Militello

L’assessore Razza: “Il punto nascita di S.Agata non chiuderà!”

Rassicurazioni e impegni chiari per la riapertura del punto nascita dell’ospedale santagatese, la cui attività è stata sospesa dalla fine dello scorso settembre. Nel pomeriggio di ieri l’assessore regionale della Salute Ruggero Razza ha incontrato all’ospedale di Sant’Agata Militello i dirigenti medici del nosocomio, la dirigente del presidio Paolina Reitano, alla presenza del direttore generale dell’Asp Paolo La Paglia, del sindaco Bruno Mancuso, del commissario ad acta Angelo Pellicanò e di Ferdinando Croce, capo della sua segreteria tecnica.

Tema centrale dell’incontro, la riapertura del punto nascita dell’ospedale santagatese. A margine della riunione, l’assessore Razza ha ufficializzato che il punto nascita di Sant’Agata Militello non chiuderà. L’attività, secondo quanto dichiarato dall’assessore, riprenderà a conclusione degli interventi di messa in sicurezza della struttura e quando saranno reperiti gli specialisti. Razza ha inoltre dichiarato che la struttura ospedaliera non è oggetto di depotenziamento e in particolare, per quanto riguarda il punto nascita, è già stata richiesta al Ministero delle Salute, una nuova deroga al limite minimo di 500 parti annui per il mantenimento del reparto. Confortato il sindaco Mancuso, per l’impegno mostrato dal governo regionale verso la sanità dei Nebrodi e le criticità del nosocomio santagatese.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
blank