Militello Rosmarino, Nino Tomasi è ritornato in giunta

859
Decaduto il vice sindaco Tomasi

Il sindaco di Militello Rosmarino Salvatore Riotta ha nominato nuovamente Antonino Tomasi assessore e vice sindaco.

Si tratta infatti dello stesso amministratore che il tribunale di Patti aveva dichiarato decaduto alcune settimane fa, ritenendo che sussistesse l’ineleggibilità e l’incompatibilità, perchè legale rappresentante di un laboratorio di analisi a Rocca di Capri Leone, convenzionato con l’Asp di Messina. Tomasi, in questi giorni, ha rimosso tutti gli ostacoli che avrebbero impedito la nomina all’interno dell’esecutivo e ha annunciato che non presenterà appello alla sentenza del tribunale di Patti. Tra la notifica del precedente ricorso e l’udienza di trattazione, Tomasi aveva rassegnato le dimissioni, con decorrenza immediata, dalla carica di consigliere comunale e poi dismesso, con atto notarile del 16 maggio scorso, il ruolo di legale rappresentante del laboratorio. Pertanto, prima di questo atto notarile, oltre che nella condizione di ineleggibilità, Tomasi era incompatibile con la carica di assessore e vicesindaco. E poiché ha rimosso queste cause nei dieci giorni dalla notifica del ricorso introduttivo del giudizio e non nei dieci giorni dalla nomina, fu dichiarato decaduto dalla carica di assessore e vicesindaco. Ora invece, rimossi tutti gli ostacoli, il sindaco Riotta lo ha nominato per la seconda volta vice sindaco e assessore.