domenica, Ottobre 25, 2020
Un esempio di bioarchitettura

La messinese Anna Carulli riconfermata alla guida dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura

Ieri pomeriggio a Torino, in seno al Congresso “Restructura: la visione culturale del territorio”, la messinese Anna Carulli è stata riconfermata alla guida dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura per altri tre anni.

“La bellezza dell’architettura – ha dichiarato Anna Carulli a conclusione dei lavori – assume un valore simbolico tanto che, nei periodi di instabilità e di conseguente crisi sociale, istituzioni e problematiche ambientali diventano, per lo più, bersaglio dell’identità, della memoria e della storia di un’intera nazione.

L’istituto da oltre trent’anni si interroga e studia, e continuerà a farlo per tutta la durata del mio mandato con ulteriore vigore, i valori, anche simbolici, presenti nell’architettura contemporanea, alla ricerca di rimedi che possano essere attuati in seguito alla devastazione e successiva ricostruzione del patrimonio ambientale ed architettonico che si verifica nei periodi di crisi, compresi quelli derivanti da cambiamenti climatici“.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp