Partito il conto alla rovescia per il Tindari Rally

410
Tindari Rally

Epilogo appassionante per il Trofeo Rally Sicilia 2019, che potrà emanare i suoi vedetti solo sotto lo striscione di arrivo del Tindari Rally, organizzato da CST sport e in programma oggi e domani in provincia di Messina.

 Il ritorno perentorio al vertice della classifica assoluta del giovane palermitano Alessio Profeta (184 punti) ha infatti messo il pepe su questo finale di campionato che nella parte centrale era stato guidato dal messinese Carmelo Galipò (168 punti).

Stessa sorte, nella classifica loro riservata, per i fidi navigatori Sergio Raccuia e Tino Pintaudi che sono stati a loro fianco in gara e che lo saranno ancora in questa occasione. Il distacco attuale fra gli equipaggi, considerando Il coefficiente di 1,5 assegnato al Tindari Rally è tale da lasciare tutto in discussione tenendo conto anche degli avversari di primo ordine che sicuramente lottando per la vittoria potranno levare punti ai contendenti.

Al via della kermesse messinese anche il terzo in graduatoria del  campionato Andrea Anastasi, gia titolato nella classe R3C, qui sarà in gara su Renault Clio S 1600 affiancato da Graziella Rappazzo a sua volta aspirante al secondo gradino del podio fra le navigatrici, insieme ad Erminia Rizzo e Jessica Miuccio entrambi presenti.

Non sarà della partita invece la vincitrice del titolo, Loredana Ordile che ha condiviso la stagione con Vincenza Allotta a cui sono andati i titoli di miglior pilota e miglior equipaggio femminile, nonché migliore nella R2B

Aperta ancora la graduatoria della N3 in cui Franco Alibrando parte con 5,5 punti davanti a Maurizio Rizzo, entrambi saranno al via a Tindari con le Renault Clio Rs della Phoenix. Testa a testa anche in A5 fra Stefano Melia che guiderà la Peugeot 205 Rally e Luca Nardo che condurrà invece la versione 106 Rally della casa del Leone.

Risultano già assegnati altri titoli di classe: Giuseppe Alioto è campione della classe S 1600, Nazzareno Pellitteri della A7, Alberto Costanza della A6, Francesco Melia della A5, Antonino Sofia della K10, Antonino Miragliotta della Rs 1600, Roberto Mignani della N2, Andrea DI Caro della N1.

La Project Team ha primeggiato fra le scuderie rispetto alla Phoenix e alla CST Sport.