Galati Mamertino, la VI edizione del premio antimafia “Francesca Serio”

396
Francesca Serio

Il Circolo Socialista Nebroideo Indipendente “Italo Carcione” dà appuntamento a sabato 23  novembre a Galati Mamertino, con la sesta edizione del Premio antimafia al femminile intitolato alla memoria di una delle figlie più illustri dei Nebrodi, l’attivista siciliana Francesca Serio.

L’evento è stato organizzato dal Circolo Socialista Nebroideo Indipendente “Italo  Carcione” in collaborazione con l’Istituto di Cultura Politica per la Questione Siciliana e l’Associazione Nazionale Amici di  Attilio  Manca (A.N.A.A.M), si terrà nei locali dell’Incubatore dei Nebrodi. Il premio antimafia, declinato al femminile, ha come obiettivo quello di esprimere vicinanza e solidarietà a tutte quelle donne – siciliane e non – che hanno lottato e lottano per un futuro libero dalla mafia, per la giustizia e contro ogni forma di violenza e sopraffazione. Dopo il saluto delle Autorità cittadine rappresentate dal Sindaco Antonio Baglio e dall’Assessore alla Cultura Vincenzo Amadore, ci saranno altri interventi di giornalisti e scrittori.

Sarà un’occasione concreta per ricordare l’esempio di una siciliana eccezionale che nacque a Galati Mamertino, Francesca Serio, nonché prima donna in Italia che si oppose con coraggio alla mafia. La stessa che, il 16 maggio 1955, le aveva ucciso il figlio: il militante e sindacalista socialista Salvatore Carnevale.

In questa sesta edizione il premio verrà assegnato a Selima Giuliano, figlia di Giorgio Boris Giuliano, assassinato dal mafioso Leoluca Bagarella il 21luglio 1979 a Palermo.