Brolo, il 17 novembre la presentazione del libro “Fiordaliso – Morire a 18 anni “di” ospedale”. In memoria di Stefano Terranova

826
La locandina dell'evento

Domenica 17 novembre 2019, alle 17:30 il “Palatenda” di Brolo fungerà da cornice per un evento culturale meritevole di interesse e di partecipazione.

Sarà presentato il libro “Fiordaliso – Morire a 18 anni “di “ospedale”, dell’autrice brolese Maria Azzurra Ridolfo curato, quanto alla prefazione, da un nome di tutto rilievo nel panorama culturale italiano, lo scrittore e giornalista Alfio Caruso e corredato dalle “Conclusioni “di Maria Rita Cicero.

Il romanzo ripercorre con la tecnica dell’Io narrante la vita tragicamente interrotta del giovane Stefano Terranova che, ricoverato in un ospedale considerato “centro di eccellenza” per patologie neurologiche, in luogo della cura della malattia, si imbatte in una serie imperdonabile di errori posti in essere dai sanitari della struttura ospedaliera che causano il suo decesso “di “ospedale.

Ma il libro è anche la “voce “di Stefano che attraversa radioso e fiducioso nel futuro i momenti più appassionati della sua adolescenza e della sua giovinezza.

 Interverranno alla presentazione, l’autrice, Maria Azzurra Ridolfo, Maria Rita Cicero, autrice delle “conclusioni” e il giornalista Alfio Caruso nonché, quali altri relatori, il Magistrato Felice Lima e il professore universitario Antonio Palma. L’incontro sarà moderato dal dott. Nuccio Anselmo, accreditata “penna” del giornalismo messinese.

Concluderà l’incontro il padre di Stefano, con una testimonianza toccante di come il dolore intimo per la perdita di un figlio, possa essere posto a servizio di una battaglia di civiltà e giustizia.

Riportiamo dalle “Conclusioni” del romanzo il finale della storia. «Stefano non è, né mai sarà, il freddo numero di un caso giudiziario colposamente archiviato perché prescritto. Resterà il ragazzo con la giacca rosa, il ciuffo ribelle, gli auricolari alle orecchie, che voleva correre incontro a un futuro tutto da costruire, da sperimentare, da vivere. Vittima della malasanità o più ancora vittima di una certa giustizia.»

Alcune note bibliografiche sugli Autori.

Maria Azzurra Ridolfo

Laureata in Scienze Politiche, dottore di ricerca inStoria del Repubblicanesimo e del Costituzionalismo, è stata per diversi anni docente a contratto nella facoltà di Scienze Politiche dell’Università diMessina.Si è occupata di ricerche storiche su Massoneria, Magistratura, Emigrazione.

Alfio Caruso

Una laurea in lettere moderne, una moglie e tre figli, per trent’anni è stato giornalista nelle principali testate della carta stampata nazionale e della televisione. Nel 1974, dando seguito all’invito di Indro Montanelli, diventa il più giovane fondatore de Il Giornale e  autore di diversi romanzi e thriller, oltre che di saggi sulla storia italiana.

Maria Rita Cicero

Avvocato penalista dal 1994, esercita la professione privilegiando la difesa delle vittime sia di delitti maturati in contesti mafiosi, sia delle vittime di reati colposi ricollegabili anche a responsabilità medica. Dal 2014 difende nel procedimento penale i familiari di Stefano Terranova.