Continua la battaglia per la riapertura del punto nascita di Sant’Agata M.llo

341

Non si ferma la battaglia dei sindacati UIL e UIL FPL di Messina, che insieme ai semplici cittadini chiedono la riapertura immediata del Punto Nascita dell’ospedale di Sant’Agata Militello.

Lunedì, il Commissario ad acta Angelo Pellicanò, nominato dall’Assessore alla Salute, ha convocato una riunione con tutte le organizzazioni sindacali della Dirigenza Medica e dell’Area del Comparto per comunicare l’azione amministrativa intrapresa per la verifica dei requisiti strutturali e organizzativi che hanno determinato la sospensione del Punto Nascita.

Pellicanò ha comunicato che dai primi accertamenti effettuati non si sono “temporaneamente” evidenziate carenze strutturali, bensì di personale medico di anestesia, pediatri e ostetrici.

“Il Punto Nascita di S. Agata Militello deve essere immediatamente riaperto, con interventi urgenti per il reclutamento del personale medico necessario, anche attraverso l’utilizzo della mobilità d’urgenza e di prestazioni aggiuntive a carico del bilancio aziendale e regionale”, scrivono i sindacati.

UIL e UIL FPL di Messina assicurano che insieme al “Comitato per la difesa del Punto Nascita di S.Agata di Militello” continueranno la mobilitazione e proseguiranno nell’azione di vigilanza sull’operato dell’Assessore Regionale alla Salute utilizzando tutti i mezzi e gli strumenti democratici a disposizione al fine di fare riaprire e mantenere il Punto Nascita dell’Ospedale di Sant’Agata M.llo.