Patti, dagli arresti domiciliari al divieto di avvicinamento

2712

La misura cautelare degli arresti domiciliari è stata sostituita con il divieto di avvicinamento alla persona offesa. Così ha deciso il tribunale di Patti riguardo ad Antonino Perdicucci.

E’ stato l’avvocato Decimo Lo Presti a presentare l’istanza per il proprio assistito, in modo che il giudice modificasse in positivo la misura degli arresti domiciliari. Perdicucci, a cui si contesta il reato di stalking, era stato arrestato nel marzo scorso ed a seguito di alcune ritenute violazioni, era stato disposto l’aggravamento della misura. A suo carico, il 31 ottobre prossimo, si celebrerà il processo al Tribunale di Patti.