Patti Marina, il 20 ottobre sul lungomare si celebra la giornata mondiale dell’osteoporosi

255
Osteoporosi

Il 20 Ottobre 2019, nel giorno in cui si celebra la Giornata Mondiale Osteoporosi, è stata organizzata con una manifestazione sul lungomare di Patti Marina.

Ha lo scopo di portare alla attenzione della popolazione la malattia Osteoporosi caratterizzata dalla perdita della massa e della qualità delle ossa con aumento della fragilità ossea e del rischio di fratture. A causa dell’invecchiamento della popolazione progressivo e costante l’Osteoporosi è una patologia in crescita in tutti i Paesi a economia avanzata. Rappresenta un importante problema di sanità pubblica che colpisce 200 milioni di persone in tutto il mondo. La Giornata Mondiale Osteoporosi vuole accrescere il grado di conoscenza su questa patologia silenziosa e sensibilizzare la popolazione sulla prevenzione.

“L’Osteoporosi non è una patologia esclusiva dell’età anziana e non interessa soltanto le donne, ha spiegato il professore Ferdinando D’Amico, coordinatore delle rete assistenziale geriatrica: in Italia infatti si stima che 4 milioni di persone sono affette da questa patologia, delle quali 3.200.000 donne e 800.000 uomini con età superiore a 50 anni.”

Il 20 ottobre la Giornata Mondiale Osteoporosi sarà celebrata con una manifestazione che si terrà dalle ore 9 alle ore 13 a Patti Marina; qui i cittadini avranno la possibilità di conoscere la malattia, la prevenzione e il rischio di fratture da fragilità ossea nelle donne e negli uomini, grazia all’intervento del personale sanitario del centro osteoporosi della unità operativa complessa di geriatria e degli operatori volontari del Comitato del Tirreno Nebrodi della Croce Rossa Italiana, geriatri, reumatologi, endocrinologici, fisioterapisti, infermieri, chinesiologi e Professionisti esperti nella assistenza della persona con osteoporosi. L’evento ha il patrocinio della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, con la promozione del Direttore della Unità Operativa Complessa di Geriatria del Presidio Ospedaliero di Patti e del Direttore del Distretto Sanitario di Patti.