“Home Restaurant”, arriva la replica al ddl dei 5 Stelle

272

Non si è fatta attendere la replica del settore Home Restaurant, dopo la proposta di legge presentata dal deputato regionale del movimento 5 stelle Angela Foti. Il disegno di legge prevede che l’attività venga considerata saltuaria, con i limiti di otto aperture mensili e 50 in un anno. Perché si tratti di un ‘home restaurant’ ci si deve avvalere esclusivamente della propria organizzazione familiare.

Il settore home restaurant si è sentito nuovamente minacciato dal Movimento 5 Stelle in Sicilia, ad affermarlo è Gaetano Campolo Ceo e Founder di Home restaurant Hotel, marchio brevettato al Mise nel 2016 e  regolato dal Ministero dell’interno a febbraio 2019.

Secondo quanto sostiene il giovane imprenditore, il Movimento cinque stelle sta presentando un disegno di legge limitatorio e che non rispetta né il parere del Ministero dell’interno ne l’agenda Europa del 2014 e del 2016.

Ancor più grave, aggiunge Campolo, è che già a Marzo 2017 l’Antitrust aveva bocciato la ddl home restaurant della grillina siciliana Azzurra Cancelleri in quanto limitatoria e discriminatoria.

In conclusione Gaetano Campolo Ceo e Founder di Home restaurant Hotel sottolinea che già il settore è regolato a livello nazionale dal  parere del Ministero dell’interno e che mettere dei paletti andrebbe in contrasto con l’occasionalità degli Home Restaurant che non prevedono un numero massimo di aperture o limiti annuali.

La GC management srl, si legge nella nota, rappresentata da Gaetano Campolo provvederà a presentare un esposto in procura per evitare un ulteriore abuso d’ufficio ed un ulteriore rallentamento del settore, a vantaggio di altri imprenditori europei.