Nuovi incarichi nella Squadra Mobile di Messina e al Commissariato di Milazzo

567

Cambio nella Squadra Mobile di Messina e nel commissariato di Milazzo. Simone Scalzo, vice questore aggiunto della polizia di Stato, ha lasciato la direzione del commissariato di Milazzo per assumere i prestigiosi incarichi di vice dirigente della Squadra Mobile e dirigente della sezione criminalità organizzata assegnatigli dal Questore di Messina Vito Calvino.

Scalzo ha frequentato il 98° corso di formazione per commissario della polizia di Stato nel 2008 e nel 2010 è stato assegnato alla Questura di Massa Carrara, dove ha diretto dapprima l’U.P.G.S.P. e poi la D.I.G.O.S. Anche a Lucca, dove è stato trasferito nel 2013, ha diretto la D.I.G.O.S.. Nel 2016 è stato trasferito a Messina quale funzionario addetto dell’U.P.G.S.P, del quale è diventato dirigente da gennaio all’ottobre 2017 quando gli è stato conferito l’incarico di dirigente del commissariato di Milazzo.

Lara La Rosa, vice questore della polizia di Stato, da oggi nuovo dirigente del commissariato di Milazzo, è entrata in Polizia nel 1996 e, dopo aver frequentato l’85° corso di formazione per funzionari presso la Scuola Superiore della Polizia di Stato a Roma, viene assegnata alla Scuola Allievi Agenti di Vicenza quale Comandante di Nucleo. Nel 1998 è stata trasferita presso la Questura di Venezia, dove, dopo un iniziale incarico all’U.P.G.S.P., dirigendo l’Ufficio Immigrazione per più di quattro anni. Nel 2004 e sino al 2009 ha ricoperto numerosi incarichi presso la Questura di Rieti tra cui funzionario addetto alla divisione anticrimine e alla polizia amministrativa e sociale, capo di gabinetto e dirigente dell’U.P.G.S.P.. Nel settembre 2009 è trasferita a Palermo dove ha prestato servizio all’Ufficio del Personale e, successivamente, al commissariato Sezionale Libertà. Nell’agosto del 2014 è stata assegnata alla Questura di Perugia con il doppio incarico di funzionario addetto alla divisione polizia amministrativa e sociale e dirigente del posto di polizia di frontiera presso l’aeroporto internazionale San Francesco d’Assisi. Dal 2015 ha diretto gli uffici personale e tecnico logistico ed è componente della commissione territoriale per il riconoscimento dello status di “rifugiato”.