Montagnareale, i precari dipendenti del comune hanno proclamato lo stato di agitazione

661

L’amministrazione di Rosario Sidoti vuole procedere alla conclusione del precariato per i lavoratori contrattisti in servizio al comune di Montagnareale? Questo l’appello dei dipendenti precari rivolto al primo cittadino, ricordando come da molto tempo attendano di essere stabilizzati i loro contratti.

Sono state esternate assicurazioni e promesse, ma si continua a temporeggiare, creando apprensione e allarme tra i dipendenti. Fino a questo momento l’esecutivo non ha prodotto alcun risultato concreto e il comune di Montagnareale è tra gli ultimi a definire le procedure, mentre si resta in attesa del bilancio necessario solo per perfezionare l’ultimo atto e cioè la firma del contratto a tempo indeterminato. Da qui la richiesta all’amministrazione comunale se intende realmente provvedere alla stabilizzazione dei precari, che assicurerebbe loro maggiore serenità e sicurezza. A sostegno di questa vertenza, i lavoratori, nei prossimi giorni, avvieranno azioni di protesta. Il loro appello giunge a seguito di un’assemblea che si è svolta nell’aula consiliare, convocata dalla Uil funzione pubblica e dai sindacalisti Maria Tramontana e Maurizio Giliberto. I dipendenti contestano l’inspiegabile silenzio dell’esecutivo su questo argomento e alla fine dell’assemblea hanno proclamato lo stato di agitazione.