Operazione “Triade”, la Cassazione rigetta il ricorso. Definitive 10 condanne

1449

La Cassazione ha rigettato i ricorsi e le dieci condanne per i giudizi abbreviati dell’operazione “Triade” sono dunque diventate definitive. Le sentenze sono state emesse dalla Corte d’appello di Messina nel luglio 2018, per un’indagine conclusa nel 2017 sullo spaccio di droga tra i Nebrodi – Tortorici e la zona tirrenica – Barcellona e Milazzo. L’operazione “Triade” su droga, armi e spaccio di banconote false iniziò nel 2013, grazie al rapporto di collaborazione avviata con i carabinieri di Barcellona e di Milazzo; sarebbe stato accertato dalle indagini che un gruppo di Tortorici forniva ingenti quantitativi di hashish e marijuana a due gruppi di Barcellona e Milazzo, per commercializzare di seguito la droga nell’area tirrenica. Il blitz dei carabinieri scattò il 20 luglio 2016. Queste le condanne che, a seguito del rigetto dei ricorsi della sesta sezione penale della Suprema Corte, sono diventate definitive: 9 anni a Filippo Biscari, 8 anni a Giuseppe Aricò e a Carmelo Galati Massaro, 6 anni e 10 mesi ad Antonio Musarra Pecorabianca, 6 anni e 8 mesi a Sebastiano Galati Massaro, 2 anni e 4 mesi a Giuseppe Cammisa, Giuseppe Lo Presti e Francesco “Carmelo” Salamone infine un anno a Veronica Lombardo Pontillo e Antonino Costanzo Zammataro.