I colori della Street Art invadono Acquedolci

1668

E’ appena terminata la terza edizione di Street Art Acquedolci, promossa dalla Pro Loco cittadina per celebrare il 50° anniversario dell’autonomia del Comune.Dal 19 al 21 agosto infatti i muri di Acquedolci hanno incontrato la fantasia degli artisti che hanno risposto al richiamo della manifestazione.

Le nuove opere hanno arricchito il percorso ormai delineato in tutto il territorio comunale dagli interventi delle precedenti edizioni.
Tra gli altri sono giunti ad Acquedolci l’artista di Pace del Mela Spos.Art che ha realizzato un’opera del suo progetto “Comunicazioni interrotte” e il messinese NessuNettuno, che ha continuato a raccontare le leggende dello stretto con l’opera “Cariddi“. Volti nuovi Tilla che ha assicurato la presenza femminile capace di stupire grazie ai suoi “Mental layers” e il catanese Ligama che ha prodotto un’opera del suo progetto “Intro-verso“.

Gli artisti locali anche quest’anno hanno dato il loro contributo: Giuseppe Monachino e Francesco Provvidenza hanno infatti rappresentato, nel loro stile, il duo comico siciliano “Ficarra e Picone” mentre Adolfo Susio ha realizzato “Tropical“, prima parte di un muro dedicato alla Terra che sarà completato nelle prossime edizioni. Con il suo murales “Palermo Free From Prejudice” l’artista siciliana Irene Falci ha ritratto Massimo Milani, icona della lotta per i diritti LGBT, consigliere onorario di Arcigay e nel coordinamento del Palermo Pride.

Jacopo Faggioni, esperto in telecomunicazioni e in logica cibernetica, ha donato alla pro loco un orologio artistico da esterno molto particolare, con le lancette che ogni cinque minuti si riposizionano per indicare l’ora esatta in un quadrante che ospita alla rinfusa sia le classiche ore, sia i minuti multipli di cinque.

L’edizione non è da considerarsi conclusa, in quanto a novembre altri artisti torneranno ad Acquedolci per festeggiare l’anniversario dell’autonomia di Acquedolci.

Foto Pro Loco Acquedolci