Ponte di Calderà, un altro passo avanti

521

Un altro passo avanti per la ricostruzione del ponte di Calderà. E’ arrivata dal rup della Città Metropolitana di Messina, Armando Cappadonia, la proposta di aggiudicazione alla ditta Ricciardello Costruzioni dei lavori per la ricostruzione della struttura crollata sotto la furia del Torrente Longano, ingrossato dalle imponenti piogge del 22 novembre 2011. La Ricciardello Costruzioni aveva visto accolto il suo ricorso contro la precedente assegnazione all’Ati Preve – Coinsot – Cogemar.

Nei prossimi giorni, l’Ufficio tecnico del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto procederà alla pubblicazione della determina di aggiudicazione. Poi partiranno i 35 giorni necessari per ulteriori verifiche e ricorsi. Quindi si potrà procedere alla firma sul contratto e all’apertura del cantiere. La nuova aggiudicazione definisce anche i nuovi costi. Un totale di tre milioni e 75 mila euro, spesa ridotta rispetto alla cifra iniziale.

La Città Metropolitana si farà carico di 600 mila euro, il resto sarà coperto con fondi del Comune. Aspetto, questo, evidenziato da uno nota di Palazzo Longano diramata dal sindaco Roberto Materia che ha ricordato come l’Amministrazione Comunale, abbia rimodulato alcune voci di spesa della cosiddetta Legge Mancia, scegliendo di utilizzare i fondi per la ricostruzione del Ponte di Calderà.