Militello Rosmarino, mercoledì la presentazione di “Non ho tempo da perdere” di Giuseppe Artino Innaria

428
Il libro è preceduto dalla prefazione di altro magistrato scrittore, Simona Lo Iacono, che con il suo “Le streghe di Lenzavacche”, nel 2016, è entrata nella rosa dei dodici candidati al Premio Strega.
Giuseppe Artino Innaria è nato nel 1970 a Sesto San Giovanni (MI), allora città operaia della cintura milanese, figlio di emigrati siciliani. All’età di nove anni la sua famiglia è ritornata nel paese di origine, Militello Rosmarino, un piccolo centro in provincia di Messina. Si è laureato all’Università La Sapienza di Roma nel 1994, frequentando nel contempo la prestigiosa Residenza Universitaria dei Cavalieri del Lavoro “Lamaro-Pozzani”. Nel dicembre 1997 entra in magistratura, prima sede Tribunale di Siracusa. Dopo i primi cinque anni di impegno nel settore penale, in Corte d’Assise, in importanti processi di mafia, dal 2004 è giudice civile. Dal 2016 è in servizio presso il Tribunale di Catania.