Naso, malato psichiatrico si laurea a distanza in Ingegneria, primo caso in Italia

4479

Gabriel, internato a Naso dal settembre del 2018, è il primo ospite di una Residenza Sanitaria psichiatrico-detentiva a laurearsi a distanza in Ingegneria informatica.

Le REMS, strutture gestita direttamente dall’ASP di Messina, sono residenze sorte a seguito di quanto disposto dalla legge 81/2014 per il superamento degli ex Ospedali Psichiatrici giudiziari, e sono finalizzate tramite un percorso terapeutico riabilitativo individuale al recupero dell’individuo.
Gabriel è internato a Naso dal 19/09/2018 a seguito di ordinanza del Magistrato di Sorveglianza del Tribunale di Messina ed essendo dotato di un alto quoziente intellettivo, a completamento dei colloqui psichiatrici e psicologici effettuati dall’eccellente Team polispecialistico della REMS guidato dal Dott. Giuseppe De Luca, ha ripreso gli studi universitari che aveva abbandonato per le sue patologie sopraggiunte.
Gli specialisti della struttura di Naso grazie all’autorizzazione del Magistrato di Sorveglianza di Messina hanno stabilito un contatto con il Politecnico di Milano nella persona del Prof. Aldo Torrebruno concordando che Gabriel, completato il ciclo di studi, potesse laurearsi a distanza.
“L’ASP di Messina – dice il Direttore Generale Paolo La Paglia – crede molto nel recupero della dignità umana e nella piena riabilitazione della persona; abbiamo appositamente installato a Naso una piattaforma Skype che permetterà a Gabriel, venerdì 26 luglio alle ore 9.00, di laurearsi a distanza in Ingegneria Informatica in collegamento telematico con il Politecnico di Milano”.
I familiari di Gabriel, a norma del regolamento penitenziario, potranno assistere alla cerimonia e successivamente il personale della struttura accompagnerà Gabriel a partecipare a un rinfresco organizzato dalla famiglia per ricordare l’evento, che certamente resterà impresso nella vita di Gabriel e degli ospiti della REMS di Naso.