Scongiurata per il periodo estivo l’emergenza rifiuti a Capo d’Orlando

172

E’ stata rinviata al prossimo mercoledì a Palazzo Europa la conferenza dei capigruppo su ” Vertenza Rifiuti – Atto Stragiudiziale Multiecoplast-ATI” e per l’istituzione della ”Commissione Straordinaria di Studio e Consulenza ” e degli ”Ispettori Ambientali Comunali”.

Il Sindaco Franco Ingrillì ieri ha aggiornato i capigruppo sui recenti incontri da lui effettuati con l’ATI per evitare la repentina sospensione del servizio, prevista inizialmente per il 31 luglio. L’azienda aveva mandato una lettera di preavviso di licenziamento a circa trenta dipendenti, a seguito dei ritardi nei pagamenti del Comune di Capo d’Orlando pari ad un credito vantato dall’azienda di 3 milioni e 264mila euro.

Il sindaco ha raggiunto un accordo con l’azienda che prevede il prolungamento del servizio di raccolta spazzatura fino a settembre. Il comune verserà all’azienda circa 240.000 Euro in due tranche, una a luglio e una ad agosto.

In merito alle retribuzioni arretrate dei lavoratori, l’azienda si impegnerà a versare ai suoi dipendenti uno stipendio intero più il 50% della 14a entro il mese di luglio ed un altro stipendio intero più il 50% della 14a alla fine di agosto.

Scongiurato dunque il pericolo dell’emergenza rifiuti nel periodo estivo. Il consigliere di opposizione Renato Mangano, che aveva sollecitato più e più volte l’amministrazione sulla possibile emergenza rifiuti, nella prossima conferenza dei capigruppo, programmata per la settimana prossima, chiederà al sindaco di istituire una commissione straordinaria di studio e consulenza. Inoltre Mangano ha richiesto la convocazione di un Consiglio Comunale Straordinario a fine luglio, per accendere i riflettori sul Contenzioso Multiecoplast-ATI.