«Ritardi inaccettabili», i malati oncologici richiedono intervento dell’ASP di Messina

467

In una nota inviata ieri al direttore dell’Asp 5 di Messina, Angela Musumeci Bianchetti nella qualità di consigliere comunale di Pace del Mela e malata oncologica, nella giornata di ieri ha evidenziato i ritardi inaccettabili che sono costretti a subire i pazienti oncologici per prenotare visite ed esami clinici.

Diversi cittadini affetti da patologie oncologiche hanno segnalato alla scrivente diversi problemi che hanno riscontrato per la prenotazione di visite ed esami clinici. In particolare non è possibile prenotare tramite il numero verde visite oncologiche di controllo presso gli ospedali di Taormina, Milazzo e Barcellona.

Le segnalazioni riguardano inoltre lunghe liste di attesa per prenotare ecografie, mammografie, tac, risonanze magnetiche. Le prenotazioni non rispettano i tempi delle priorità, ma per i pazienti oncologici anche qualche settimana di ritardo può risultare fatale.

«Una paziente – dichiara Angela Musumeci Bianchetti – ha contattato direttamente la struttura di Taormina per prenotare una visita di controllo oncologica e la prima data utile è fine febbraio 2020. Una vera vergogna. Infine segnalo che ci sono lunghe attese per contattare il call center, circa 40 minuti.

Chiediamo un immediato intervento da parte della direzione generale dell’Asp e dell’assessorato regionale alla Sanità. Noi malati oncologici abbiamo il diritto di curarci e non possiamo tollerare tali ritardi. In assenza di urgente riscontro, insieme ad altri malati oncologici, mi riservo altre azioni istituzionali e popolari