Raccolta rifiuti, le rassicurazioni del sindaco di Capo d'Orlando

607

Mentre la stagione balneare è entrata ormai nel vivo, con l’atteso incremento della popolazione con turisti e vacanzieri in arrivo, a tenere banco nel dibattito politico orlandino è la questione legata alla vertenza rifiuti.

Si è svolto, infatti, un nuovo incontro tra l’amministrazione comunale e la Multiecoplast, alla presenza dei sindacati dei lavoratori, che però, non ha sortito alcun risultato, rimanendo l’ATI che gestisce il servizio di igiene ambientale, ferma sulle sue richieste finanziarie per risolvere in via anticipata il contratto di servizio sottoscritto a suo tempo. Richieste che l’amministrazione comunale non è in grado di sostenere, seppure si sono avviate una serie di attività per accelerare il recupero di quella quota di TARI degli anni pregressi che il Comune non ha ancora incassato. Tra queste, anche il ricorso allo strumento della pace fiscale.
Sulla vicenda è intervenuto anche il consigliere comunale di minoranza Renato Mangano con una nota, con la quale ha reiterato la propria richiesta di convocazione della conferenza dei capigruppo per tentare di trovare una soluzione, in virtù anche, dello stato di agitazione preannunciato dai 30 operai impegnati nei servizi ambientali a partire dal 15 luglio. Gli stessi, infatti, hanno maturato già il quarto stipendio non percepito e dal 31 luglio subiranno la rescissione unilaterale del contratto di lavoro.
Alle polemiche e alle preoccupazioni dei cittadini, il Sindaco di Capo d’Orlando, Franco Ingrillì, ha voluto rispondere con una dichiarazione inviata alla stampa. “Voglio rassicurare tutti, in primis cittadini e consiglieri, sul fatto che stiamo lavorando quotidianamente e in modo determinato: non siamo al capolinea e non navighiamo a vista. Abbiamo chiara la strada da percorrere e i passi che stiamo compiendo.” e continua “Possiamo garantire che il servizio verrà effettuato senza soluzione di continuità e ciò grazie all’impegno di tutti: aziende, lavoratori, sindacati e Amministrazione. Da lunedì, poi, verranno avviati i tavoli tecnici con i rappresentati dell’ATI che gestisce il servizio di raccolta rifiuti per giungere alla risoluzione consensuale del contratto con tempi e modi che verranno stabiliti. Ma il servizio non verrà interrotto alla fine del mese”.