Chiusura della strada statale 113, mozione in consiglio comunale a Gioiosa Marea

1375

Il consiglio comunale di Gioiosa Marea, con una mozione del presidente Maurizio Adamo, ha inviato un sollecito all’esecutivo di Ignazio Spanò, relativo alla circolazione interrotta sulla strada statale 113, nei pressi della galleria artificiale “Calavà”.
E’ stato chiesto che il sindaco si attivi presso l’Anas per richiedere la riapertura della strada nel più breve tempo possibile, anche a senso unico alternato o a fasce orarie. Nello stesso tempo i consiglieri hanno discusso sulla richiesta di risarcimento del danno; su questo aspetto il consiglio è stato rinviato al 16 luglio, alle ore 18.30. Questi i punti di un dibattito in cui, dopo una breve sospensione, è stato il presidente del consiglio a trovare la sintesi. Nel corso del confronto in aula il capogruppo di “Obiettivo Gioiosa” Eduardo Spinella ha ribadito come “niente, a due anni dal suo nuovo insediamento, il sindaco Spanò abbia ufficialmente avanzato per chiedere il rispetto degli impegni assunti dall’Anas sul piano di salvaguardia e riqualificazione della statale.” Questo piano fu presentato e illustrato dal presidente dell’Anas l’8 maggio 2017, durante un incontro presso l’auditorium comunale; fu evidenziato il cronoprogramma in base al quale l’Anas, che ha di fatto la responsabilità della messa in sicurezza della statale, ha finalmente assunto l’onere di redigere una programmazione puntuale e risolutiva con interventi di manutenzione straordinaria nei tratti più critici, al fine di rendere sicura la viabilità. “Il sindaco, che, ad oggi ha solo avanzato richiesta per un tavolo tecnico, prenda carta e penna e diffidi subito l’Anas a riaprire il transito sulla 113 a senso unico alternato o a fasce orarie, allo scopo di attenuare i disagi dei cittadini.”