Anche il sindaco di Capri Leone replica a Mancuso sull'inquinamento del mare

1219

Dopo la replica del sindaco di Torrenova Castrovinci, arriva anche quella del sindaco di Capri Leone, Filippo Borrello, all’appello del primo cittadino di Sant’Agata Militello, Bruno Mancuso, che ha attribuito la causa delle chiazze scure nel mare santagatese alla possibile presenza di scarichi inquinanti provenienti dall’area ad est della sua città.
Di seguito la nota del sindaco Borrello:
“Ci risiamo! Ogni anno, appena inizia la stagione balneare parte il balletto dello “scaricabarile” sulle responsabilità legate alle acque marine inquinate da scarichi malfunzionanti.
Anche quest’anno… appelli all’attenzione, grida di innocenza, velate allusioni geografiche senza mai esternare opinioni ben precise che, siamo sicuri, esistano.
Per carità, tutto legittimo! La nostra costituzione garantisce libertà di pensiero e di espressione, ma implicitamente, si presume, anche di puntualizzazione, o di far chiarezza ove si supponga questa non vi sia.
A questo punto, in chi scrive, nasce il conflitto fra il desiderio di non innescare l’ennesima polemica, mantenendo così la consueta cordialità istituzionale fra i comuni… e la paura che le ipotesi da bar, la confusione delle posizioni, le congetture più o meno tendenziose, o i luoghi comuni tipo “chi tace è colpevole”, possano far pensare a qualcuno che, magari, abbia qualcosa da nascondere o da rimproverarsi proprio chi, invece, potrebbe gridare ai 4 venti la propria tranquillità. Magari sfidando gli altri a dei sopralluoghi congiunti che, probabilmente, riserverebbero qualche sgradita e inattesa sorpresa.
Poi però prevale il compromesso! Niente polemiche, niente competizioni, niente balletto delle accuse. Manteniamo il rispetto per persone che sicuramente ne sono degne, e non alziamo i toni della discussione.
Ma se ci sono concreti motivi, guardando solo in casa propria, per poter affermare di avere la coscienza a posto, è giusto farlo.
Lo dobbiamo ai nostri cittadini, ai professionisti che lavorano per consentire certe condizioni, e a chi in passato ha lavorato sodo per crearle. E allora…
Il depuratore di Rocca è a norma.
Il depuratore di Rocca è monitorato e manutenzionato quotidianamente.
Il depuratore di Rocca è dotato di filtri e presidi sostituiti puntualmente.
Il depuratore di Rocca ha una condotta sottomarina nuova e lunga oltre 300 metri.
Il depuratore di Rocca immette in mare acque trasparenti controllate ogni giorno.
Perché ciò avvenga, il nostro comune sostiene costi importanti, spende energie umane e nervose, risponde a precisi dettami non solo legali, ma anche di coscienza.
A costo di apparire antipatici o pedanti, non possiamo permetterci di lasciar spazio a dubbi o perplessità.
Tanto dovevamo a chiunque fosse interessato.
Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale di Capri Leone.”