Capo d'Orlando, reflui fognari in mare a Tavola Grande, divieto di balneazione

5507

Il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì ha emesso un’ordinanza con cui ordina il divieto temporaneo di balneazione a partire dalla data di oggi, 27 giugno, nel tratto di mare terminale della via Trazzera Marina, in località Tavola Grande, che conduce al depuratore comunale, per una larghezza di ml. 50 ambo i lati dello sversamento.

A seguito di una segnalazione dell’Ufficio Locale Marittimo di Capo d’Orlando, infatti, si è accertato uno sversamento dei reflui fognari in mare causato dal momentaneo blocco dell’unica pompa di sollevamento presente nell’ultima stazione (cosiddetta, Ioppolo), posta prima del suddetto depuratore, ove adduce tutta la rete fognaria, del tipo misto, presente sul territorio.
Il  Responsabile Area LL.PP., l’Architetto Mario Sidoti Migliore, ha prontamente convocato sui luoghi la ditta manutentrice del servizio della rete fognaria comunale, “La Dinamica snc”, la quale ha provveduto a ripristinare il regolare funzionamento della pompa sommersa con conseguente immediato blocco dello sversamento dei reflui.
Lo sversamento prodottosi nella zona interessata ha però determinato inquinamento ambientale ed inconvenienti di tipo igienico–sanitario in danno anche ai potenziali bagnanti che potrebbero usufruire di quel tratto di mare, posto che lo stesso tratto di arenile è ubicato a circa ml. 500 dall’area del depuratore e fortemente eroso dalle intemperie invernali e quindi da anni non fruito dai bagnanti, anche perché privo di accesso diretto dall’adiacente via Trazzera Marina.
I Sindaci hanno l’obbligo di emettere le Ordinanze di divieto di balneazione contingibili ed urgenti  “in caso di emergenza sanitaria o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale”, atto ritenuto necessario allo scopo di tutelare la salute della popolazione e nella fattispecie dei bagnanti.
Il sindaco ha dunque ordinato agli organi di competenza a far rispettare il divieto di balneazione imposto e ha disposto al Comando di Polizia Municipale di posizionare i cartelli di divieto temporaneo di balneazione nel tratto di arenile interessato.