L'Orlandina perde anche gara 2. Lunedì gara 3 a Capo d'Orlando

1048

Non arriva la reazione tanto attesa e l’Orlandina Basket perde anche gara 2 di finale playoff al PalaVerde di Treviso col punteggio di 82-56.

Ancora una brutta prova per la squadra di coach Sodini, che stasera ha dovuto fare a meno del suo miglior giocatore, l’americano Brandon Triche, che in gara 1 ha riportato un ematoma osseo al ginocchio che gli ha impedito di giocare. Infortunio da cui l’MVP dei primi tre turni dei playoff dovrebbe completamente recuperare per gara 3 che si giocherà al PalaSikeliArchivi lunedì sera alle 20:45.
Non è ancora finita infatti, e i paladini avranno la possibilità di allungare la serie portandola a gara 4 affrontando i trevigiani davanti al pubblico amico.
Ma passiamo alla cronaca della gara:
Buon avvio di gara per i paladini, con i primi due punti di Laganà e la tripla di Bellan che portano la Benfapp sullo 0-5 iniziale. Non si fa attendere l’ingresso in partita dei padroni di casa, che con due triple di Severini e una di Tessitori riportano la parità a quota 9 nonostante il tap-in di Bellan e i due punti di Bruttini dalla media. Severini ne mette due e Imbrò e Parks sono precisi in lunetta, con Bruttini a tenere i paladini sul -1 (13-12). Sono eccessive per i grigi le proteste di coach Sodini per un mancato fischio arbitrale, che costano un fallo tecnico allo stesso allenatore paladino e Imbrò realizza il libero che chiude il quarto sul punteggio di 16-12.
In avvio di secondo parziale Bruttini fa 1/2 ai liberi, ma con un break di 15-0, firmato da Imbrò, Logan, Tessitori e Alviti, Treviso si porta sul +18 (31-13). A interrompere il digiuno ospite è Trapani dalla lunetta, ma arriva la tripla di Imbrò a portare i trevigiani sul +20 (34-14). Parks prova a scuotere i suoi con la schiacciata, ma con la tripla di Alviti e quattro punti di fila di Tessitori la De’ Longhi si porta sul +25 (41-16). Parks in lunetta ne realizza solo 1 e Sarto commette fallo antisportivo su Mei mandandolo in lunetta a fare 2/2. Due punti di Tessitori e l’1/2 di Burnett chiudono il secondo quarto sul 44-19.
I primi punti del terzo quarto arrivano dalle mani di Joe Trapani, seguiti dai giochi da tre punti di Tessitori e Parks. Logan, Burnett e Severini portano Treviso sul +29 (53-24), mentre Parks e Bruttini dalla lunetta tengono i paladini sul -25 (55-30), ma Logan e il gioco da tre punti di Uglietti portano la De’ Longhi sul massimo vantaggio, +31 (61-30). Due buone iniziative di Bellan, che mette a segno cinque punti di fila, seguiti dalla schiacciata a 360° in contropiede di Parks 61-37, chiudono un mini-break di 7-0 della formazione paladina. Burnett mette la tripla e Chillo in lunetta chiude il terzo quarto sul 65-37.
I primi due punti dell’ultimo quarto arrivano dopo due minuti dal suo inizio dalle mani di Burnett, che riporta Treviso sul +30, Trapani fa solo 1/2 e Uglietti allunga ancora, anche se il gioco da tre punti di Bellan e la schiacciata in contropiede di Trapani tengono i paladini sul -26 (69-43). Segna Burnett 71-43, ma arrivano due punti dalle mani di Andrea Donda, i primi dal rientro dall’infortunio che lo ha tenuto fermo ai box per sei mesi. Burnett trascina ancora i suoi, Bellan mette la tripla e poi torna in panchina in un lungo garbage-time in cui entrano i più giovani di entrambe le formazioni. Alle triple di Sarto risponde Mobio con due punti e la tripla di Murabito sulla sirena chiude la gara sul 82-56.
Le dichiarazioni di coach Marco Sodini al termine di gara 2:
https://www.facebook.com/orlandinabasket/videos/869322136749506/
De’ Longhi Treviso – Benfapp Capo d’Orlando 82-56 (16-12; 44-19; 65-37)
De’ Longhi Treviso:
Tessitori 18, Logan 9, Burnett 17, Sarto 6, Alviti 7, Saladini, Vanin, Barbante, Imbrò 7, Chillo 3, Uglietti 5, Severini 10. Coach: Max Menetti.
Benfapp Capo d’Orlando: Bruttini 8, Trapani 6, Laganà 3, Parks 12, Mobio 2, Murabito 3, Mei 2, Triche ne, Bellan 16, Galipò, Neri, Donda 4. Coach: Marco Sodini.