"A scuola di Vela & Sub", studenti e guardia costiera in difesa del mare – VIDEO

729

Con la pulizia del fondale marino antistante il Borgo di San Gregorio, a Capo d’Orlando, si è chiuso il progetto “A Scuola di Vela & Sub”  dell’Istituto tecnico Tomasi di Lampedusa di Sant’Agata Militello.

Il progetto, seguito da Alessandra Pidalà e approvato dal Ministero dell’Istruzione, ha avuto come obiettivo la promozione della pratica sportiva, per incentivare i giovani a seguire uno stile di vita sano e compatibile con la sostenibilità ambientale.
Supportati dalla Capitaneria di Porto, gli alunni hanno messo in pratica ciò che hanno imparato nel loro percorso di conseguimento del Brevetto Open Water Diver. Insieme ai sommozzatori della Guardia Costiera del 3° Nucleo Sub di Messina i ragazzi hanno raccolto i rifiuti presenti sul fondale, percependo chiaramente l’importanza di tutelare l’ambiente marino.
Partner capofila del progetto accanto all’ITET G. Tomasi di Lampedusa sono stati la Wellnext SSD, il Palasport Mangano, il Porto Capo d’Orlando Marina, Ambiente Liquido e SSI Italia, Peppe Fornich e la Federazione Italiana Vela.
Stamattina studenti e personale militare della Guardia Costiera si sono dati appuntamento presso il Porto di Capo d’Orlando e, supportati per le attività in mare dalla Motovedetta CP 566, hanno condotto un’importante operazione di pulizia dei fondali.
Al termine delle attività, i nuovi “difensori” dell’ambiente hanno contribuito al recupero di oltre 400 kg di rifiuti, prevalentemente costituiti da materiale plastico e pneumatico, rinvenuto nei pressi di alcuni banchi di posidonia. Lo stesso materiale è stato successivamente trasferito in porto per essere avviato a smaltimento secondo le corrette procedure di gestione del ciclo dei rifiuti a cura della ditta convenzionata con il Porto turistico orlandino.
L’operazione, che ha permesso di restituire un prezioso tratto di costa alla collettività nebroidea, si inquadra all’interno della Campagna Nazionale denominata #PlasticFreeGC che vede la Guardia Costiera quale Organo Istituzionale preposto alla difesa dell’ambiente ed alla promozione di percorsi di educazione ambientale in materia di lotta alla dispersione delle microplastiche in mare.