Capo d’Orlando, Daniela Trifilò si dimette da consigliere. La lettera ai cittadini

571

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che Daniela Trifilò, dimessasi da consigliere comunale di Capo d’Orlando, ha rivolto ai cittadini orlandini.

La dottoressa Trifilò, eletta esattamente tre anni fa nelle liste del candidato sindaco Salvatore Librizzi, spiega i motivi delle dimissioni nella lettera. Al suo posto, tramite surroga, entrerà in consiglio comunale Renato Mangano.

Di seguito la lettera riportata integralmente:

“Dal 2011 cari Concittadini, mi avete accompagnato in quel viaggio politico che con tanta voglia di fare e di dare,ho intrapreso ,e quindi è giusto che oggi mi rivolga soprattutto a Voi che mi avete supportato ,tanto da farmi eleggere nelle ultime amministrative con il più alto consenso elettorale tra le donne.

Questo non può che avermi riempito di orgoglio e quindi, con il cuore in mano, vi ringrazio  tutti “Voi avete creduto in me”.

In questi anni avrei certamente voluto fare di più, anche se vi garantisco, che non ho mai perso di vista il ruolo di controllo e di indirizzo che da consigliere di opposizione mi ha visto tra i banchi del Consiglio Comunale .

Ma l’eccessivo indebitamento del Comune di Capo d’Orlando, che ha legato le mani un po’ a tutti,ha frenato,quella grandissima voglia di poter conseguire dei risultati brillanti sia culturali che turistici o amministrativi e sociali.

Credetemi non è retorica se vi dico che avrei voluto fare tanto di più per Capo d’Orlando,ed è per questo che appena insediatami, in questa seconda Consiliatura,ho  presentato, come prima firmataria,una mozione per  la realizzazione del sistema fognario nella contrada di San Filadelfio e il completamento di quello di  Scafa, Marmoro, Crocevia e San Gregorio,che nello stato  attuale mortificano sia i residenti che i turisti che abitano in zone panoramiche.

Penso di essermi contraddistinta per la perseveranza nelle attività ispettive con la presentazione di reiterate mozioni ed interrogazioni finalizzate alla tutela dell’ambiente.

A tal proposito, richiamo le mozioni per la riqualificazione del lungomare, di San Gregorio e della piazzetta Melitta Damiano, nella quale, tra le altre cose chiedevo  di istituire il “Festival del Giornalismo”, e che oggi con grande dedizione, vorrei   provare a  trovare gli strumenti adatti per istituirlo a breve e dedicarlo al carissimo Sergio Granata, che, orgoglio Orlandino, ha lasciato un vuoto immenso nella  nostra comunità.

Mio fiore all’occhiello, la mozione per la difesa  della fascia costiera compresa tra il torrente Zappulla e il Faro e tra il Faro e il Porto Marina, la cui proposta è stata accolta dal Presidente della Regione On.Nello Musumeci e dal dott.Maurizio Croce nelle sue funzioni di Commissario Straordinario per il rischio idrogeologico, concretizzatasi, nella progettualità dei Contratti di Costa, finalizzata alla tutela  del litorale e alla prevenzione  dell’ulteriore erosione della costa.

Mi sono preoccupata di volgere l’attenzione verso il Sentiero Goletta, percorso di straordinaria bellezza,con un interrogazione che evidenziava la necessità di interventi per la sua messa in sicurezza, la sua manutenzione e la riqualificazione dell’intero percorso naturalistico.

Vado fiera dell’impegno nel sociale, soprattutto per la mozione riguardante la problematica dei contrattisti, che nei prossimi giorni dovrebbero essere stabilizzati definitivamente e per i lavoratori  Asu  che a tutt’oggi dopo venti anni di precariato e di qualificata attività lavorativa a supporto del personale dipendente, sono ancora alla ricerca di una graduale e gratificante contrattualizzazione.

Nella richiamata attività non ho trascurato neanche i settori della cultura, della viabilità e dei servizi sociali, presentando una mozione per la nomina dei  componenti della commissione per la programmazione delle attività della biblioteca al fine di implementare i servizi per una migliore fruizione soprattutto dei giovani:infatti ho  sollecitato l’amministrazione ad una qualificata programmazione  per la piena integrazione dei diversamente abili, chiedendo di dotare la spiaggia con idonee attrezzature ed infine la richiesta di una tempestiva rivisitazione del piano viario, prima dell’inizio della stagione estiva per la realizzazione di parcheggi, in contrada Bagnoli e Trazzera Marina per decongestionare il traffico e rendere Capo d’Orlando certamente più  vivibile.

Come donna non potevo restare insensibile alle politiche di genere, promuovendo i parcheggi rosa, l’istituzione dello sportello donna, l’adozione della carta famiglia, tutte condivise  all’unanimita’da Giunta e Consiglio.

Un tema a me molto caro è quello della promozione turistica, infatti gia’nel 2013, nella mia prima esperienza consiliare, avevo elaborato delle proposte per far conoscere meglio la nostra Capo d’Orlando individuando come Testimonial il cantautore Gino Paoli che proprio recentemente, in un intervista  televisiva, nel ricordare con piacere la nostra spiaggia incontaminata degli anni 60, ha confermato che durante il suo lungo soggiorno,nella nostra amata cittadina, aveva trovato l’ispirazione per la canzone “Sapore di Sale”. Il mio sogno nel cassetto, è sempre stato il conferimento della cittadinanza onoraria al grande cantautore Gino Paoli,previa convocazione di un consiglio comunale aperto,nella piazzetta Melitta Damiano a San Gregorio.Tutto ciò,con estrema riservatezza  e discrezione,è stato da  me riproposto per le vie informali all’attuale Sindaco,che con grande entusiasmo,si è messo a disposizione per agevolare la realizzazione di questo mio sogno.

Mi corre l’obbligo di informarvi, anche sui lavori che sono state realizzati con le risorse finanziarie previste dal bilancio comunale per il mio gruppi e con quelle relative al gettone di presenza di consigliere.

Nella prima consiliatura abbiamo, unitamente al consigliere Abate, donato alla Parrocchia di Padre Nello, la statua della Veronica, per ufficiare in processione santa ed essere il simbolo delle contrade di San Gregorio e Scafa.

Un ulteriore contributo,è stato devoluto per implementare i servizi della biblioteca comunale di libri in confezione tascabile e per l’acquisto di un computer  da mettere a disposizione dei visitatori, per agevolare la ricerca di testi e documenti.

Un’altra parte delle somme sono state utilizzate anche per le Panchine Letterarie, che simboleggiano la storia orlandina dall’Acio alle poesie di Lucio Piccolo e che mi auguro possano essere completate per far diventare Villa Europa Giardino Letterario per la promozione culturale.

Con l’ultimo budget vorrei si portasse a termine, il progetto letterario filosofico  “Pensiero Stupendo” che dovrà arricchirci sul piano artistico culturale.

Le ulteriori somme serviranno per l’acquisto di un bisturi elettrico da donare all’ASP di via Mancini, come da me concordato, con il dirigente, che potrà così avvalersi di un bisturi di ultima generazione che sostituirà l’ormai obsoleto in loro dotazione.

Orgogliosa del mio ruolo di consigliere comunale, con passione mi sono impegnata quindi per indirizzare l’amministrazione all’ulteriore crescita di Capo d’Orlando, quella Capo d’Orlando che ci portiamo tutti nel cuore e che vorremmo far amare da tutti.

Non voglio continuare ad annoiarvi,ma desidero utilizzare questo spazio per rivolgere un caloroso GRAZIE ai miei concittadini, ai quali devo tanto come Donna. come Professionista e come Consigliere Comunale,infatti,mai ho sentito mancare il Vostro sostegno nei mie confronti; questo certamente è per me  un grande motivo di orgoglio.

A Voi è rivolto un abbraccio ed un affettuoso e sincero saluto.

Questo mio impegno politico, continuerà con la stessa passione e determinazione con un ruolo diverso, purtroppo incompatibile con quello di Consigliere Comunale ma mi vedra’ comunque impegnata sul territorio.

Quindi per poter svolgere nella maniera più corretta e qualificata questo nuovo impegno sociale/culturale, anche se a malincuore devo rassegnare le mie irrevocabili dimissioni .

Un abbraccio a tutti
li 4/6/2019
Daniela Trifilò”