Floresta, Nino Ferro al posto di Milici in giunta

386

Sarà Nino Ferro, classe 1954 originario di Ucria a sostituire il dimissionario Antonio Milici nella giunta comunale di Floresta.

Il sindaco, Antonino Cappadona, stamani, ha provveduto con propria determina alla nomina, affidandogli le deleghe alle attività delle politiche dello sviluppo montano e delle aree marginali ed anche dell’agricoltura, ambiente, tutela del territorio, finanziamenti comunitari, verde pubblico e decoro urbano.

Ferro, con una sua nota, inviata anche ai consiglieri comunali ed alla presidenza del consiglio comunale, ha sciolto le riserve accettando l’incarico, evidenziando che il suo ingresso il giunta è dettato dall’intento di mettere a disposizione della comunità florestana la sua esperienza amministrativa e sopratutto tecnico-professionale, specificando che la sua presenza sarà pertanto di assessore-tecnico e non entrerà, invece, nelle dinamiche politiche locali. La sua cercherà di essere una presenza inclusiva e di unione, continua Ferro, facendosi portavoce all’interno della Giunta delle problematiche sollevate dal consiglio comunale e dalla cittadinanza inerenti gli aspetti e gli ambiti relativi all’incarico affidatogli. Per Ferro sarà importante attivare una proficua collaborazione con il Presidente del Consiglio e con tutte le componenti del civico consesso e con le attività produttive e le associazioni, al fine di programmare e condividere sinergicamente tutti gli indirizzi finalizzati al reperimento di risorse e di opportunità volte a favorire il benessere sociale e lo sviluppo economico di Floresta. Con questi intendimenti Nino Ferro, uomo d’esperienza, varia e trasversale, ha accettato quella che lui stesso ha definito “una  sfida”, che chiama anche “nuova e stimolante”, ringraziando tutti per la fiducia e l’onore concessogli.