Brolo, Casartigiani Nebrodi propone ravvedimento operoso e pace fiscale al Comune

330

Arriva da Fausto Ridolfo, presidente di Casartigiani dei Nebrodi, la proposta all’Assessore ai Tributi Locali Carmelo Ziino ed al Sindaco di Brolo Giuseppe Laccoto, per redigere un regolamento sull’applicazione del ravvedimento operoso.
Ridolfo invita l’amministrazione comunale a valutare anche se sussistono i presupposti amministrativi per l’attivazione delle procedure di adesione alla pace fiscale previsti dall’art.15 del decreto crescita 2019, “poiché ciò consentirebbe a cittadini ed imprese di sanare controversie per i tributi locali per gli anni che partono dal 2000 fino al 2017”.
“La proposta per la realizzazione di un regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso” dice Ridolfo “è prevista dall’art.52 del decreto legislativo n.446 del 15 dicembre 1997 e rappresenta uno degli strumenti deflattivi per il contenzioso tra cittadini, imprese ed enti locali. Il tema del ravvedimento operoso prende spunto dalle tematiche proposte dal ragioniere commercialista  Vincenzo Duca, responsabile dello sportello Help Impresa di Casartigiani dei Nebrodi di Torregrotta, alla locale amministrazione ed ha visto il consiglio comunale deliberare su questa delicata materia”.