Dopo il "no" di De Luca la Regione invia un commissario alla Città metropolitana di Messina

1553

Si è reso necessario l’intervento di un commissario ad acta per indire i comizi elettorali per le elezioni dei componenti del Consiglio della Città metropolitana al posto del sindaco metropolitano Cateno De Luca.

Stamattina dunque a Palazzo dei Leoni si è insediato il dott. Giuseppe Petralia, Commissario ad acta con i poteri del Sindaco Metropolitano, che ha indetto i comizi elettorali per l’elezione del Consiglio Metropolitano per domenica 30 giugno 2019.
Il sindaco metropolitano Cateno De Luca il 19 aprile aveva comunicato di non voler procedere all’adempimento obbligatorio, giustificando tale scelta come forma di protesta contro lo stato finanziario in cui si trova l’ex Provincia, con il rischio di fallimento.
Il Dipartimento dell’Assessore regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica, con decreto n. 168 del 29 aprile 2019, ha dunque nominato il dott. Giuseppe Petralia quale Commissario ad acta per dare corso, in via sostitutiva, all’indizione delle elezioni del Consiglio Metropolitano e a tutti gli adempimenti connessi e consequenziali.
Il dott. Petralia si è insediato stamane a Palazzo dei Leoni e, con decreto commissariale n. 1 ha indetto, per domenica 30 giugno 2019, i comizi elettorali per le elezioni dei quattordici componenti del Consiglio Metropolitano della Città Metropolitana di Messina.
I costi del suo incarico sono a carico dell’ex Provincia: al commissario sono dovuti l’indennità di carica e di responsabilità e il rimborso spese, il tutto a carico dell’ente inadempiente, ossia la Città metropolitana.