Le tradizioni religiose della Pasqua a Sinagra e Militello Rosmarino – Video

972

Da centinaia di anni la “Corsa di Santu Liu” caratterizza la domenica di Pasqua a Sinagra. La ricorrenza del Santo cade il 20 febbraio, ma per antichissima tradizione i festeggiamenti di San Leone si svolgono nel periodo di Pasqua e l’8 Maggio. Nella serata del giorno in cui si celebra la resurrezione di cristo la statua di San Leone viene portata in processione dalla chiesa di campagna al centro storico del paese.
La processione dura diverse ore perché procede prima lentamente, quasi “un passo avanti e due indietro”, simboleggiando l’indecisione del Santo nel ritornare a Catania, sede del proprio vescovato. Una volta giunti sul ponte all’ingresso del paese, all’improvviso l’andatura della processione cambia e la statua percorre l’ultimo tratto, che la condurrà alla Chiesa dell’Addolorata in Piazza San Teodoro, di corsa, al grido corale di “Viva Santu Liu”. Corsa che viene anche chiamata “miracoli di Santu Liu, poiché si narra che durante questa tradizionale corsa, in passato, siano avvenuti numerosi miracoli. Poi i giochi pirotecnici, con la folla che si ricompone in processione per accompagnare la statua del Santo nella Chiesa Madre.
I festeggiamenti a Sinagra sono proseguiti anche nella giornata di ieri, il lunedì dell’Angelo, con la processione per le vie del paese, caratterizzata da una grande partecipazione di fedeli e devoti, e la tradizionale “Fiera del lunedì di Pasqua”.
A Militello Rosmarino i riti della settimana santa si sono conclusi domenica con la tradizionale processione della statua di Gesù Cristo risorto, portato in spalla dai bambini per le vie del paese. Allietata dal suono delle campane a festa la processione, partita dalla Chiesa Madre si è diretta verso la contrada San Piero e da qui, dopo la celebrazione della Santa Messa, ha fatto ritorno in paese. L’arrivo del simulacro in piazza Lodato è stato accolto dai fedeli come da tradizione con torce luminarie, per manifestare la loro felicità per la Resurrezione. I festeggiamenti si sono conclusi con i fuochi d’artificio.