Pettineo, pronto il bando per l'assegnazione degli alloggi popolari

129

Per venire incontro alle esigenze di tutti coloro che si trovano in situazioni economiche svantaggiate, e permettere loro di concorrere all’assegnazione di alloggi popolari, la Giunta comunale di Pettineo ha approvato l’atto di indirizzo politico per la pubblicazione del bando ai fini della redazione di una graduatoria per l’assegnazione degli alloggi popolari.
Per partecipare al bando si deve essere o cittadino italiano, o europeo o di un paese terzo. In quest’ultimo caso, è fondamentale che la persona interessata sia in possesso del permesso di soggiorno per i soggiornanti di lungo periodo, oppure di un permesso di soggiorno biennale. Potrà partecipare chi risiede o lavora nel Comune di Pettineo.
Una volta pubblicato il bando sul sito internet del Comune di Pettineo, ed entro i successivi 60 giorni, sarà possibile presentare le domande, esclusivamente utilizzando i moduli appositamente predisposti e che verranno resi disponibili sempre sulla pagina internet dell’Ente. Ovviamente il soggetto che richiede l’alloggio popolare non deve avere diritti di proprietà, uso e abitazione o usufrutto su altre case popolari, non deve essere proprietario di immobili, ne deve essere assegnatario di ulteriori alloggi popolari o occuparne uno abusivamente.
Le domande verranno prese in carico ed esaminate da un’apposita Commissione Tecnica nominata dalla Giunta Comunale, che stilerà una graduatoria provvisoria dopo aver verificato le condizioni di ammissibilità e l’attribuzione dei punteggi. Da lì ci saranno 30 giorni di tempo per presentare eventuali osservazioni e allegare eventuale documentazione mancante. Una volta esaminate le osservazioni e le controdeduzioni, la Commissione formulerà la graduatoria definitiva per l’assegnazione degli alloggi in edilizia sovvenzionata. La graduatoria rimarrà attiva sino all’apertura di un prossimo bando, e ricordiamo che per effetto della mutata disciplina, il Comune ha la competenza dell’intera procedura, fino all’approvazione della graduatoria ed all’assegnazione degli alloggi popolari esistenti, sia che siano di proprietà dell’IACP, della Regione o dello stesso Comune, esistenti o da realizzare sul territorio comunale.
L’ultima graduatoria, relativa all’assegnazione di alloggi popolari, è stata predisposta in seguito ad un bando dell’anno 1993, non può più essere considerata rispondente a quelle che sono le effettive esigenze sociali del territorio comunale in materia di richiesta di alloggi di edilizia residenziale pubblica, per questo l’Amministrazione comunale fin dal suo insediamento ha avviato un attento monitoraggio per andare incontro ai bisogni dei cittadini.
Il Comunicato si conclude con le parole del Sindaco Domenico Ruffino: “Poiché infatti la grave crisi economica, che attraversa il nostro Paese, determina una situazione per la quale il lavoro continua a “latitare”, quella del soddisfacimento del diritto alla casa è uno dei principali problemi che ci vengono sottoposti. Come Sindaco a nome di tutto il Gruppo “Pettineo Domani” non nascondo il nostro entusiasmo per l’ulteriore obbiettivo da Noi raggiunto; se a questo uniamo anche l’imminente bando per l’affitto dei fondi rustici, ora reso possibile grazie all’approvazione da parte del Consiglio Comunale dell’apposito regolamento, possiamo affermare che abbiamo centrato l’obbiettivo che ci eravamo prefissati in campagna elettorale che andava nella direzione di valorizzare al meglio il patrimonio immobiliare dell’Ente.”