Lipari, acqua del dissalatore non pagata. Arriva un commissario

256

Negli ultimi quattro anni, il comune di Lipari non ha pagato l’acqua prodotta dal dissalatore dell’isola, che si trova a Canneto Dentro, per un ammontare complessivo di quasi 800 mila euro. Così, in questi giorni, la Regione ha nominato un commissario ad acta per procedere al recupero della somma.
Ma il Comune, come quasi tutti gli Enti Locali siciliani, non ha liquidità e il capo area dei lavori pubblici Carmelo Meduri, che segue la pratica con Totuccio Alessi, ingegnere e commissario ad acta, ha richiesto l’uso dell’avanzo di amministrazione del comune che si attesta intorno ai 255mila euro come anticipo sul pagamento dovuto alle società Rti Sopes srl – Di Vincenzo srl – Sofip spa.