Il Tar “libera” i lavori per la sistemazione del Municipio

300

E’ stata azzerata l’aggiudicazione dei lavori per il recupero e adeguamento funzionale del municipio di Sant’Agata Militello.

Così hanno deciso i giudici della prima sezione del Tar di Catania. Il ricorso è stato presentato dal Consorzio Sikelia contro il comune di Sant’Agata di Militello e la centrale unica di committenza presso il Consorzio Tirreno Ecosviluppo 2000 e nei confronti della  I.CO.RES. srl. E’ stato chiesto l’annullamento del verbale di gara del 27 novembre 2018 con cui la Cuc, nell’ambito della procedura di affidamento dei lavori di recupero e adeguamento funzionale della casa comunale di Sant’Agata di Militello, aveva disposto l’esclusione della Sikelia, aggiudicando i lavori alla I.CO.RES. srl. Come si evince dal ricorso, la cuc aveva escluso il Consorzio Sikelia perchè non avrebbe osservato, nel procedimento di soccorso istruttorio, i termini assegnati in via telematica per la produzione della prova del pagamento del contributo ANAC e del Passoe, non allegati all’istanza di partecipazione. Con successivo ricorso per motivi aggiunti il Consorzio Sikelia impugnò ancora l’aggiudicazione, evidenziando che, in caso di mancata esclusione avrebbe conseguito, a suo favore, l’aggiudicazione della gara. I giudici del tar, per tutta una serie di motivi, hanno accolto sia il ricorso introduttivo, che quello per motivi aggiunti, perchè la proiezione dell’esito della gara a favore della ricorrente, in caso di sua ammissione, non è stata contestata dalle controparti. Da qui è stato annullato il verbale di gara che indicava la I.Co.Res srl quale aggiudicataria dei lavori; a questo punto non si esclude che venga indicato quale aggiudicatario dei lavori il Consorzio Sikelia, visto che i lavori che non sono ancora iniziati, perché si restava in attesa che sull’argomento si pronunciasse il Tar.