Torrenova, obiettivo centrato con la Tarip

551

Passa da circa 17.000 kg a 11.000 il volume della frazione indifferenziata a Torrenova, dopo l’applicazione della Tarip e la variazione delle modalità di conferimento per la raccolta della frazione indifferenziata dei rifiuti.

C’erano pochi dubbi da parte dell’amministrazione Castrovinci sulla sensibilità della maggioranza dei concittadini che, giorno dopo giorno, stanno contribuendo in maniera determinante ad aumentare la percentuale di differenziazione della raccolta dei rifiuti, tanto da raggiungere uno straordinario obiettivo in brevissimo tempo.

Dai primi dati raccolti, infatti, si registria una notevolissima riduzione della raccolta dei rifiuti indifferenziati, nonchè una elevatissima percentuale di rifiuti correttamente conferiti con il bidoncino, munito di codice identificativo dell’utente. Dai primi calcoli, gli uffici prevedono, a così poca distanza dall’avvio della sperimentazione, una riduzione della produzione complessiva di frazione indifferenziata pari al 40%. Che si traduce in un considerevole risparmio in bolletta per gli utenti.

C’è ancora qualche caso di conferimento errato, già accertato dal Corpo di Polizia Locale, coadiuvato dagli Ispettori Ambientali, cui l’amministrazione ha rivolto “infiniti meriti per l’attività svolta”. Rispetto a tali casi, gli operatori hanno provveduto, come da ordinanza, ad apporre l’adesivo invitando al ritiro dei sacchi e ad un nuovo conferimento corretto.