Sicilia, maltempo e freddo siberiano, agricoltura in ginocchio

702

Sembra non esserci pace per i produttori agricoli siciliani, in particolare per quelli del Sud-est, con le loro produzioni più volte sferzate da eventi climatici eccezionali nel corso dell’inverno.

Il “freddo artico”, arrivato sull’isola sabato scorso, ha portato violente raffiche di vento artico, neve e gelate. E, purtroppo, anche seri danni per il comparto ortofrutticolo, soprattutto nelle regioni del Centro-Sud.
Non resta che fare la conta dei danni: interi ettari di raccolto rasi al suolo, serre e tunnel distrutti. La situazione, dai primi controlli effettuati, risulta essere veramente drammatica per l’intero settore agricolo che mostrava timidi segnali di ripresa dopo l’inaspettata nevicata che l’1 gennaio 2019 si era abbattuta su tutta la Sicilia sud-orientale.
“I danni – ha dichiarato il presidente del Consorzio di Tutela del Pomodoro di Pachino Igp, Salvatore Lentinello – purtroppo sono molto consistenti. Le strutture interessate sono sia serre che tunnel. Quello che emerge è la notevole dimensione del danno a livello di produzione: coltivazioni totalmente compromesse così come l’annata agraria in corso”.
Le immagini diffuse in rete infatti testimoniano come numerosi lotti ad inizio produzione presentino frutti caduti al suolo e piante in piena fase di essiccamento.