Santo Stefano Camastra, attivo il "Grande Fratello" per vigilare sulla città delle ceramiche

536

Trenta videocamere di ultimissima generazione, un controllo totale sul territorio e utilizzo riservato alla Polizia Municipale che metterà a disposizione le immagini anche alla compagnia Carabinieri.
E’ il “grande fratello” che da ieri vigila su Santo Stefano Camastra, comune da sempre all’avanguardia nell’utilizzo delle nuove tecnologie e che ha deciso di rafforzare la collaborazione con la società che già gestiva un sistema più limitato nella città delle ceramiche.
Il nuovo sistema di video sorveglianza presentato ieri pomeriggio nella sala comunale, dal sindaco e dall’assessore Rampulla, alla presenza di tecnici e del comandante della Polizia Municipale, Antonino Cannata, prevede l’installazione di telecamere ad infrarossi ed il sistema Targa System che permette, in tempo reale l’accesso alle banche dati per scoprire la presenza di veicoli sospetti o rubati in transito nel territorio.
La centrale operativa si trova negli uffici della polizia municipale e sarà uno strumento fondamentale al contrasto di episodi delinquenziali anche perché la compagnia dei Carabinieri, guidata dal comandante Francesco Marino, potrà avere accesso alle registrazioni per le sue indagini.