Riduzione dei consumi energetici, 33 progetti in provincia di Messina

931
huge electricity transformer high voltage into a powerhouse of production of electricity

Sono trentatrè i progetti approvati in provincia di Messina riguardanti soluzioni tecnologiche per ridurre i consumi energetici delle reti della pubblica illuminazione.

Alcuni comuni hanno chiesto le risorse per progetto in cui non è previsto il cofinanziamento, altri comuni invece integreranno con i loro fondi. Nel complesso, in Sicilia sono state ammesse 139 istanze per un importo di oltre 177 milioni di euro. Primo in provincia è Capri Leone per 986 mila euro, poi c’è Mazzarrà Sant’Andrea 546, Patti con 1.053.000,00 euro, Ficarra con 700 mila, Castell’Umberto con 999.900,00, di seguito Brolo con 848 mila, Torrenova 882 mila, Gioiosa Marea 1.139.000,00 euro, Piraino 710.000,00 euro, Frazzanò 442 mila, Longi 484 mila, Sant’Angelo di Brolo 990 mila, San Salvatore di Fitalia 920 mila, San Teodoro 398 mila, Castroreale 489 mila, Reitano 239 mila, Librizzi 982 mila, Raccuja 347 mila, Condrò 246 mila, Ucria 803 mila, Motta D’Affermo 800 mila, Falcone 846 mila, Capizzi 698 mila, San Marco D’Alunzio 795 mila, Pace del Mela 900 mila, San Piero Patti 514 mila, Acquedolci 998 mila, Barcellona 5.000.000,00, Sinagra 999 mila, Fondachelli Fantina 943 mila, San Pier Niceto 441 mila e Montagnareale 955 mila.  A questo punto l’elenco dei progetti, corredato da tutti gli elaborati, sarà trasmesso alla commissione di valutazione per la valutazione tecnico-finanziaria operata sulla base dei criteri di attribuzione dei punteggi previsti dall’avviso.