Floresta, disagi per la neve, chiesti all'Anas più uomini e mezzi

1718

I cittadini di Floresta hanno avuto modo di constatare i gravi disagi che interessano la comunità locale e quanti in questi giorni si sono recati a Floresta, a causa delle precipitazioni a carattere nevoso che hanno pregiudicato il regolare transito sulla strada statale 116.

Così inizia una nota del capogruppo della minoranza di Floresta Sebastiano Marzullo, che ha sottolineato inoltre come “tale condizione sia purtroppo ricorrente da diversi anni in quanto l’Anas, che dovrebbe garantire il relativo servizio, non riesce a farvi fronte anche per effetto della insufficiente presenza di personale avendo solo tre dipendenti su un tratto di strada ragguardevole – Randazzo-Capo D’Orlando – e con mezzi non in perfetta efficienza come, invece, dovrebbero essere. Inoltre le ditte private, incaricate dei relativi servizi, sono intervenute con un solo dipendente ed un unico mezzo, tra l’altro, sprovvisto di catene e non utilizzato nell’occasione perché guasto. Tale condizione risulta particolarmente grave poichè espone la popolazione e gli utenti in transito sulla viabilità di riferimento a pericoli e gravi rischi per la incolumità.” Marzullo ha evidenziato inoltre la grande mole di lavoro per i carabinieri della locale stazione, al comando del luogotenente Giovanni Pascale (nella foto) che sono intervenuti in aiuto di alcune persone in contrada Mita e nel centro abitato di Floresta dove persone anziane ha seguito dell’abbondante nevicata hanno richiesto l’intervento di aiuto. “Si sollecita quindi l’amministrazione comunale ad assumere urgenti iniziative per scongiurare qualsiasi pregiudizio per le persone, intervenendo soprattutto sui vertici dell’Anas, affinchè mantenga il locale centro neve operativo con un adeguato numero di personale e mezzi efficienti.”