Preallerta sullo Stromboli

1866

Maltempo che imperversa e Isole Eolie isolate, mentre sale il livello di allerta per quanto riguarda l’eruzione di Stromboli. Il vulcano si è svegliato quasi in concomitanza con l’eruzione dell’Etna nel giorno di Natale. Adesso il livello è stato elevato da attenzione a preallarme. Il provvedimento è stato adottato a seguito del bollettino emesso dalla Protezione Civile Regionale nella giornata di ieri. Bollettino che fa riferimento a un aumento del rischio dell’attività esplosiva con caduta di materiale vulcanico, presenza di gas potenzialmente nocivi in area craterica e possibile emissione di colate laviche. Il sindaco Marco Giorgianni, di conseguenza, ha disposto che le escursioni con le guide vulcanologiche potranno essere effettuate fino a un’altezza di 400 metri. Fino a prima che il bolletti della Protezione Civile Regionale venisse diramato e il provvedimento conseguente venisse adottato, era possibile effettuare escursioni fino a 900 metri di altezza. L’attività del vulcano Stromboli, come è possibile anche apprendere dall’avviso di Protezione Civile, è imprevedibile e il verificarsi di violenti fenomeni esplosivi non rilevabili dai centri di competenza possono proiettare blocchi lavici decimetrici e centrimetrici fino a quota 400 metri sul livello del mare e, in caso di esplosioni parossistiche, fino ai centri abitati di Stromboli e Ginostra.