Natale in sicurezza in provincia, piano straordinario della prefettura

525

Un piano straordinario di interventi per garantire il livello di sicurezza nel periodo delle feste natalizie. E’ quello messo a punto ieri a Messina nel corso della riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, svoltasi in prefettura.

Su iniziativa del prefetto, Maria Carmela Librizzi hanno preso parte alla riunione il sindaco di Messina, Cateno De Luca, i vertici delle Forze di Polizia, i responsabili della Polizia Municipale e della Città Metropolitana e dei rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato.
L’incontro è stato finalizzato a sollecitare e pianificare ogni sinergia utile a garantire il concreto innalzamento del livello di sicurezza che dovrà essere ancor più assicurato durante l’imminente periodo natalizio.
In particolare, su disposizione del Prefetto, saranno rimodulati e rafforzati i piani di controllo integrato del territorio, specie nelle aree e nei luoghi connotati da particolare afflusso di persone, aumentando la visibilità delle Forze di Polizia e predisponendo, inoltre, riservati servizi affidati a personale in abiti civili.
Saranno intensificate le attività generali di prevenzione mirate a contrastare la cosiddetta “criminalità diffusa”, ovvero la commissione di scippi, furti, rapine, spaccio di moneta falsa.
Mirati servizi saranno attuati presso gli esercizi della grande distribuzione, come i supermercati ed i centri commerciali. Particolare attenzione sarà, inoltre, riservata in occasione dei tradizionali mercatini di Natale e di eventi simili.
Il Prefetto ha sollecitato le Associazioni di categoria, ottenendo ampia e collaborativa disponibilità, a rendere concreta e fattiva l’opera di sensibilizzazione, già avviata presso verso i propri associati, affinché, anche attraverso l’utilizzo di sistemi di videosorveglianza direttamente collegati alle centrali operative delle Forze dell’Ordine, concorrano concretamente all’innalzamento dei livelli di sicurezza nei propri esercizi.