Mistretta, appuntamento il 1° dicembre per il Premio Internazionale Giuseppe Cocchiara

835

E’ giunto alla sua V edizione il premio internazionale intitolato a Giuseppe Cocchiara, insigne antropologo ed etnologo nato a Mistretta nel 1904, che ha dedicato l’intera esistenza allo studio dell’antropologia, gettando le basi di quello che poi sarebbe diventato il moderno studio dell’uomo, delle sue caratteristiche e del suo comportamento, partendo proprio dalla sua città natale. 

Il Premio Internazionale Cocchiara per gli studi demo-etno-antropologici, istituito in sinergia dalla Federazione Italiana Tradizioni Popolari, dal Comune di Mistretta e dall’Associazione Centro Studi Folk Amastra, dal 2014 viene conferito, ad anni alterni, a demo-etno-antropologi di chiara fama, italiani e stranieri, che si sono distinti nel campo delle ricerche, con particolare riguardo a coloro che hanno approfondito le ricerche sulle tradizioni del nostro territorio. Il premio 2018 andrà al professore Pietro Luigi Clemente, Ordinario di Antropologia Culturale dell’Università di Firenze, per gli straordinari contributi offerti in Italia alla crescita teorico-metodologica degli studi demo-etno-antropologici, in particolare nel settore dell’antropologia museale, oggi impegnato in una attenta, quanto attuale riflessione sui temi della immigrazione e sull’antropologia urbana e sull’interculturalità. Ad operare la scelta una specifica commissione, la consulta scientifica, composta da un membro designato dal Comune di Mistretta – che quest’anno ha affidato l’incarico all’occhio attento dell’ex responsabile della Biblioteca Comunale, Nella Faillaci – da tre docenti universitari del settore scientifico disciplinare demo-etno-antropologico, designati dai rispettivi dipartimenti di afferenza delle università di Palermo, Catania e Messina. il Prof. Ignazio Buttitta, la Prof.ssa Mara Benadusi e il Prof. Mario Bolognari e dall’Assessore alla Cultura della Federazione Italiana Tradizioni Popolari. A coordinare le attività il Presidente della consulta scientifica prof. Mario Atzori. Il premio pone Mistretta al centro del sapere e del dibattito etnoantropologico, nazionale e internazionale e consente di avvicinare la cittadinanza, ma soprattutto i più giovani, al mondo degli studi demo-etno-antropologici, diventando quest’evento anche un’occasione per catalizzare, nella cittadina nebroidea, un turismo prettamente culturale. Per l’edizione 2018, saranno due le giornate dedicate all’evento, il 30 novembre, quando alle ore 10,00, presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania si terrà la cerimonia di consegna del Premio Internazionale riservata all’Ateneo Etneo e al mondo scientifico e sabato 01 dicembre 2018, quando a partire dalle ore 10,00 presso i locali del Cine Teatro Odeon di Mistretta studenti e insegnanti del Liceo Manzoni, dell’Istituto Comprensivo Tommaso Aversa, del Liceo Artistico Ciro Michele Esposito di Santo Stefano di Camastra, associazioni culturali locali e presidenti di numerosi gruppi folk della Sicilia, ma non solo, ascolteranno i canta storie Mauro Geraci e Fortunato Sindoni, vedranno balli e canti del Gruppo Folk Amastra ed assisteranno alla consegna ufficiale del premio. La cerimonia è interamente curata da Patrizia De Caro e Angelo Scolaro, fondatori del Centro Studi Folk Amastra. Durante l’evento verrà consegnata anche una targa di riconoscimento, nonchè oggetti in ceramica appositamente realizzati dagli studenti del Liceo Artistico Ciro Michele Esposito, ad uno studente del Liceo Manzoni, scelto tra coloro che hanno composto un proverbio in dialetto siciliano, ma su temi di attualità.