Sant’Agata, l’opposizione interroga sul residuo di mutuo per il Fresina

275

I Consiglieri Comunali di Sant’Agata Militello Giuseppe Puleo, Carmelo Sottile, Nunziatina Starvaggi, Monica Brancatelli e Melinda Recupero interrogano ancora l’amministrazione guidata dal sindaco Mancuso.

Stavolta il tema è il residuo di mutuo che l’amministrazione santagatese ha comunicato di aver sbloccato per il completamento del campo sportivo Fresina.

I consiglieri scrivono che era stata l’amministrazione Sottile, con il finanziamento del Patto per il Sud del 2017, a reperire i fondi necessari al completamento dell’impianto e sempre la stessa amministrazione nel 2016 ha riscontrato, a seguito di una verifica, un residuo di mutuo di 103.605,67 euro, in giacenza da oltre vent’anni, che ha ritenuto di utilizzare per l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione e adeguamento del Fresina.

Il mutuo, dell’importo complessivo di € 685.338,31 era stato acceso con la Cassa Depositi e Prestiti nel lontano aprile del 1990 ed era finalizzato alla realizzazione dell’impianto sportivo “Fresina”.

I consiglieri di minoranza dunque chiedono al Sindaco “Se non ritiene che l’Amministrazione Sottile avesse già posto in essere tutto quanto necessario e che il decorso dei tempi necessari al completamento dell’iter procedimentale (avviato nel 2016) abbia permesso oggi l’utilizzo di tali somme; quali atti ha posto in essere per sbloccare l’iter amministrativo e rendere fruibili le somme del residuo di mutuo di cui trattasi e quali atti ha già posto in essere per poter destinare tale residuo alle finalità annunciate, considerato che la pista di atletica e l’illuminazione non sono inserite nel progetto presentato alla Cassa Deposito e Prestiti, ed atteso che tale residuo di mutuo deve essere destinato alle finalità di cui al relativo progetto e devoluzione”.