Amministratori locali a scuola di formazione ad Aosta

363
La sede del Consiglio Regionale della Valle D’Aosta, ha ospitato dal 9 all’11 novembre, 45 amministratori degli Enti Locali, provenienti da tutte le Regioni d’Italia. Il Corso di alta Formazione Politica, giunto alla sua decima edizione, è stato organizzato dall’Associazione “Italiadecide” , presieduta da Luciano Violante, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta e AnciGiovani. Il Tema dell’incontro è stato: “Il Governo dei sistemi territoriali, gli Enti Locali tra lo Stato e le Regioni”.
Ospite d’eccezione il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A portare il saluto ai partecipanti ai lavori, sono stati:
Fulvio Centoz, sindaco della Città di Aosta; Antonio Fosson, Presidente del Consiglio
regionale della Valle d’Aosta; Nicoletta Spelgatti, Presidente della Regione; Sono
intervenuti: Erika Stefani, Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, che ha
dialogato a lungo con i giovani amministratori selezionati; Gaetano Armao,
Vicepresidente della Regione Sicilia, Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli, Davide
Galimberti, sindaco di Varese; Arno Kompatscher, Presidente della Provincia
Autonoma di Bolzano Alto Adige, Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia, Luciano Violante, Presidente di “Italiadecide”; Giuseppe Falcomatà, Sindaco di Reggio Calabria. Sono stati docenti ordinari delle più prestigiose università Italiane a coordinare i gruppi di lavoro.
Tra i giovani consiglieri comunali selezionati, oltre al presidente del consiglio comunale di Capo d’Orlando, Carmelo Galipò, anche il brolese Cono Condipodero, il quale, dice: “Sono stati tre giorni pieni ed intensi con la partecipazione alle lezioni tematiche, tavole rotonde e alla “Lectio Magistralis”. Si è parlato sul tema “Ascolto, dialogo e autogoverno delle comunità territoriali”; come dare informazioni e come coinvolgere i cittadini a renderli partecipi alla gestione della res pubblica in prima persona. Ci si è confrontati sui pro e i contro della Costituzione e il funzionamento dell’Unione dei Comuni. E’ stata un’esperienza molto interessante, continua il consigliere Cono Condipodero, dove ho avuto l’opportunità di confrontarmi e di scambiare opinioni con altri consiglieri Comunali provenienti da tutta l’Italia”.