Slitta a domani la convalida per l’aggressore di Brolo

1711

Dovrà comparire domani mattina per la convalida del fermo, Carmelo Tranchida, 51 anni, di Brolo, che mattina ha fatto irruzione in un salone da barba invia Dante Alighieri aggredendo il titolare. A decidere sul provvedimento sarà il Gip Ugo Molina.

L’uomo è accusato di aver colpito alla testa con un martello l’artigiano fortunatamente di striscio. Il barbiere, un cugino col quale correvano pessimi rapporti è stato condotto in ospedale a Patti e l’aggressore è scappato. E mentre ieri i Carabinieri hanno dato la caccia all’aggressore, il 51enne ha deciso di consegnarsi in caserma, alla presenza del suo legale, l’avvocato Carmelo Occhiuto. Così, dopo aver trascorso in stato di fermo la notte, Tranchida sarà portato domattina a Patti davanti al Gip.

Un’aggressione in due riprese, che poteva avere gravissime conseguenze, quella di ieri nell’esercizio commerciale poco distante dal palazzo municipale. Secondo il racconto dei testimoni, sembra che l’uomo con in mano una chiave inglese, poco dopo l’orario di apertura, ha cercato di entrare nel salone ma ne è quindi scaturita una prima colluttazione. Poco dopo è ritornato con in mano un martello; è entrato nel salone e ha colpito il barbiere alla testa. E anche in questa occasione si è scatenato un altro scontro fisico, che si è concluso quando l’aggressore è scappato.

Pare che i dissidi tra il 51enne, il barbiere ed un altro cugino (che ieri si trovava all’interno del salone) si protraessero da tempo.