Brolo, sversamento liquami in mare, condanna per il sindaco Irene Ricciardello

1415

Il giudice monocratico del tribunale di Patti Rita Sergi ha condannato il sindaco di Brolo Irene Ricciardello a 4 mesi e 1500 euro di ammenda, pena sospesa e non menzione. Assolto per non aver commesso il fatto il capo dell’ufficio tecnico Basilio Ridolfo.

Entrambi gli imputati erano difesi dall’avvocato Gaetano Artale. I fatti risalgono all’ottobre 2014, quando fu segnalata la presenza di acqua sporca nel tratto di mare compreso tra Brolo e la frazione Gliaca di Piraino. Indagarono l’Arpa, la Polizia di Capo d’Orlando e Sant’Agata e la Guardia Costiera, che individuarono la fonte dell’inquinamento: due tombini di raccolta delle acque fognarie e la condotta sottomarina, poste sotto sequestro. Il sindaco Ricciardello ha annunciato che impugnerà la condanna emessa in primo grado, convinta di essere assolta in appello.