Altro test positivo per l’Orlandina Basket

252

Buona prova per l’Orlandina Basket che al PalaFantozzi sconfigge una solida Alfa Catania per 89-61. Coach Sodini approfitta della gara per sperimentare, scegliendo di dividere i suoi 10 (11 con il giovane Neri) giocatori in due quintetti facendoli giocare due quarti a testa, ricevendo alcune risposte che gli saranno utili durante la stagione sportiva.

Stante l’assenza di Matteo Laganà, fermo in via precauzionale, e quella di Simone Bellan, coach Sodini comincia la gara con Mei, Triche, Lucarelli, Parks e Bruttini. Catania invece scende in campo con Gottini, Gatti, Provenzano, Consoli e Agosta. Parte bene l’Orlandina con Triche e Parks a fare da mattatori per il 14-5 al 5′. Lucarelli si fa vedere con una bomba e un facile appoggio in contropiede, Catania va a segno con Gatti e Agosta e il primo quarto va in archivio sul punteggio di 26-16.

Nel secondo quarto come detto Sodini rivoluziona il quintetto inserendo Passera, Murabito, Chessari, Mobio e Donda. Con un quintetto così sperimentale Catania ne approfitta, andando sul 4-11 nel quarto (30-27 totale) al 15′. Dalla panchina entra anche il giovane Neri, che da un po’ di spinta ai suoi, ma Catania conquista il quarto per 12-26 e si porta in vantaggio per 38-42 all’intervallo.

Alla ripresa l’Orlandina torna in campo con il quintetto iniziale e rimette subito le cose in chiaro con un 13-0 di parziale graffiato da 3 schiacciate di Jordan Parks, che replica poco dopo con una tripla per il 16-4 (54-44) al 25′. Mei piazza un 2/2 da tre in poche azioni, Parks si scatena in contropiede e alla fine del terzo periodo i padroni di casa conducono 35-9, per un punteggio totale di 73-51.

Nell’ultimo quarto coach Sodini rimette il quintetto che non aveva brillato durante il secondo periodo e i ragazzi rispondono in maniera positiva: Donda schiaccia due volte e Mobio confeziona 4 punti per il 9-2 (82-53) al 35′. Lo stesso Mobio si fa vedere per una giocata da highlight con stoppata su Agosta da una parte e contropiede con canestro e fallo subito, convertendo anche il tiro libero. Termina dunque la gara con il punteggio di 89-61.

20 punti a testa per il duo Parks-Triche, con Jordan che tira con 9/12 dal campo, mentre Brandon ci aggiunge 8 assist e 5 rimbalzi. 10 punti per Nicola Mei, 9 punti 4 rimbalzi e 4 recuperi per Joseph Mobio. Prossima gara dell’Orlandina Basket fissata per mercoledì 19 ad Agrigento contro la Moncada.

Orlandina Basket-Alfa Catania 89-61 (26-16; 38-42; 73-51)

Orlandina: Chessari 5, Bruttini 4, Passera 5, Parks 20, Mobio 9, Murabito, Neri 3, Mei 10, Triche 20, Donda 6, Lucarelli 7. Coach Marco Sodini

Catania: Savoca 5, Gatti 12, Garufi, Formica, Gottini 13, Provenzani 8, Consoli 1, Florio 2, Agosta 7, Vita 6, Panatè 1, Abramo 6. Coach Andrea Bianca