L’ottava e il saluto a Maria SS. chiudono la festa di San Cono a Naso

698

Archiviati, con la processione dell’ottava, i festeggiamenti in onore di San Cono Abate a Naso, impreziositi quest’anno dalla presenza del simulacro di Maria Santissima di Capo d’Orlando.

Da vent’anni la patrona del centro orlandino mancava da Naso, dove quest’anno ha fatto ritorno su invito della comunità nasense.

Una festa, tra le più sentite del comprensorio nebroideo, che quest’anno è stata perfino più emozionante e suggestiva.

Sabato 8 la giornata conclusiva, con i due simulacri che, portati in spalla dai rispettivi portatori, hanno percorso in processione le vie del paese dalla Chiesa di contrada Bazia fino alla Piazza Roma, dove si è svolto l’emozionante saluto alla Madonnina, che ha fatto ritorno a Capo d’Orlando.

Il simulacro di San Cono è tornato nel suo tempio, le reliquie riposte nella cripta e, con il coro “Na vuci viva, razzii San Conu” i fedeli si sono dati appuntamento al prossimo primo settembre.