Sant’Agata, le “trappole” di Villa Bianco

936

Quando il gioco può diventare un pericolo, soprattutto per i bambini, allora non è più un gioco. La Villa Bianco di Sant’Agata Militello, da sempre attrezzata con giochi per bambini di tutte le età, sembra essere stata eccessivamente trascurata in termini di manutenzione. Come spazio attrezzato al divertimento dei più piccoli, dovrebbe invece essere sempre curata per garantire la loro sicurezza.

Ecco che sorge la polemica per altalene pericolose non correttamente saldate, seggiolini troppo danneggiati e usurati per sedersi o addirittura mancanti. Ma non finisce qui: da settimane un tombino intero staziona nei pressi delle panchine lato mare e il chiusino di un altro tombino in cemento si trova nel bel mezzo del prato, proprio dove i bambini giocano e corrono.

Nonostante i disagi lamentati su facebook da uno dei genitori, nulla è cambiato e i rischi rimangono. Si chiede all’amministrazione comunale, dunque, l’immediata riparazione dei giochi e del parco in generale.

I genitori reclamano il diritto di far divertire i propri figli senza correre alcun pericolo, nonostante riconoscano la necessità di tempo e di risorse economico finanziarie, non prontamente disponibili, che servirebbero per ripristinare le parti della villa più danneggiate.