Barcellona, si tenta di accedere al fondo di rotazione

174

Per risanare i conti l’amministrazione comunale di Barcellona Pozzo di Gotto punta ad accedere al fondo di rotazione.

Sembra infatti, secondo indiscrezioni di stampa, che l’esecutivo di Palazzo Longano sia pronto a riproporre al Consiglio Comunale la soluzione di ripianamento dei conti che lo stesso civico consesso aveva bocciato prima di ferragosto.

In quella circostanza, il Consiglio diede il via libera alle procedure relative al piano di riequilibrio ma bocciò l’accesso al fondo di rotazione per non gravare oltremisura sui bilanci familiari dei cittadini barcellonesi.

L’idea, a quanto pare, è del vicesindaco Filippo Sottile.  A Villafranca Tirrena, il fondo di rotazione è stato accettato dal Ministero pur se non presentato in maniera contestuale al piano di riequilibrio. Da qui l’idea di riformulare il tutto. E, se ciò fosse davvero fattibile, entro 90 giorni la palla potrebbe passare nuovamente al Consiglio Comunale.

A Palazzo Longano tante sono le difficoltà nel tentativo di ripianare i conti in rosso dell’ente. Al punto che ci si sta attivando per la riscossione dei crediti pregressi e attuali sui tributi, affidando l’incarico esternamente. Ma di certo c’è che i tempi sono stretti e non coincidono con quelli della riscossione.